Recensione di LE MELE DI KAFKA di Andrea Vitali

postato in: Recensioni Libri | 0

 

Le mele di kafka_Esec.inddHo conosciuto Andrea Vitali alla presentazione di questo suo nuovo libro avvenuta presso lo Stac di Lugano e mi è rimasto impresso il suo modo di approcciare le persone un po’ ironico, proprio come nei suoi libri.
Egli presenta il Nord Italia e la Svizzera di Lucerna in un passato che non è più prossimo ma nemmeno molto lontano. Tanto è vero che un’ampia fascia di lettori potrebbe ancora ricordare particolari di vita vissuta quando erano bambini.
La storia è ambientata a Bellano e in parte a Lucerna alla fine degli anni cinquanta. Il torneo di bocce è l’evento attorno al quale si sviluppa tutta la vicenda e al quale i personaggi principali devono partecipare: ogni imprevisto deve essere superato. L“intoppo”, che non manca, porta il campione di bocce a Lucerna e a conoscenza della leggenda di Kafka, delle sue mele e della terribile metamorfosi.
Personaggi e ambientazioni vengono dipinti con colpi di pennello molto precisi e dettagliati. Le descrizioni sono minuziose; si va dalla vita di paese, alle azioni più semplici della giornata, al dialetto che nei paesi di provincia era ancora molto diffuso in quegli anni. E a proposito della metamorfosi di Kafka, c’è una descrizione sugli scarafaggi che mi ricorda quando da bambina andavo in vacanza a casa dai nonni.
Difficili da prendere, gli scarafaggi.
Bisogna essere più svelti di loro e coglierli di sorpresa.
Erano schifosi senza rimedio.
Faceva senso anche ucciderli, quello scricchiolio umido che emettevano e la poltiglia giallognola che rilasciavano una volta schiacciati …
Di tanto in tanto la Rosalba se li trovava in cucina quando le capitava di doversi alzare di notte per un motivo o per l’altro, accendendo all’improvviso la luce.
Era il momento migliore per beccarli.
Un fuggi fuggi che animava il piano del lavello e che le dava i brividi. Menava colpi a caso, il più delle volte a vuoto.
Dove andassero a nascondersi lo sapeva il demonio.”
Vitali ama creare piccoli mondi passati e li descrive con tanta ironia e un po’ di nostalgia. In particolare il tema della morte è spesso presente nei suoi scritti ed è affrontato anche con qualche sberleffo.
Mi sono divertita.

SimonB

SimonB

www.ildiariodisimonb.com
Letteratura, artee attualità.
Recensioni,editing, commenti e punti di vista
post_standard

Lascia un commento