IL MONDO DI CENERE di Jaeniene Frost

postato in: Recensioni Libri | 0

IMG_0456IL MONDO DI CENERE appartiene a quella sezione del fantasy che ora va per la maggiore. La lotta odierna, anzi moderna, del bene contro il male. Angeli contro demoni, che vivono tra noi e che combattono coinvolgendo uomini e donne, anzi ragazzi e ragazze.

L’amore si scontra con l’odio, la menzogna e il tradimento. Coloro che affrontano queste lotte sono quasi sempre i giovani o gli adolescenti, come se gli adulti, incatenati nel quotidiano, non siano interessati a salvare il mondo che rischia l’apocalisse, perché assuefatti alla realtà che li circonda.

La protagonista de IL MONDO DI CENERE è una ragazza, Ivy, in cerca della sorella scomparsa. Ben presto farà la conoscenza di Adrian, il quale le spiega che sua sorella è prigioniera in un regno di demoni. Lei, attratta dal ragazzo che le promette di aiutarla, lo segue anche se è consapevole che, con ogni probabilità, la tradirà.
Il tutto è scritto con ironia in prima persona e si legge in maniera fluida. La traduzione riporta una scrittura chiara, concisa e veloce. Il susseguirsi degli avvenimenti e delle scoperte è rapido e rispecchia la dinamica della vita odierna.

Tutti i romanzi e i racconti lasciano a chi li legge qualcosa, un’emozione positiva o negativa che sia. Tutti gli scritti suscitano, in chi li legge, una sensazione, una, anche seppur breve o banale, riflessione. È per questo motivo che ogni nuova lettura è una nuova scoperta ed entra a far parte della vita del lettore.
Credo che questo strano mondo, creato dall’autrice, possa piacere ai giovani che vogliono lottare ancora per il bene. Ed ecco, appunto, il messaggio: è importante, nonostante le innumerevoli difficoltà, che i ragazzi, il nostro futuro, non smettano mai di difendere la pace e l’amore.
È sicuramente un romanzo adatto ai giovani che sono in cerca di letture non particolarmente impegnative.

 

SimonB

SimonB

www.ildiariodisimonb.com
Letteratura, artee attualità.
Recensioni,editing, commenti e punti di vista
post_standard

Lascia un commento